Turislucca

Toscana e turismo: la difficoltà di definirsi “escort”

Scritto il by

E’ assodato che viviamo tempi nei quali l’ipocrisia serpeggia all’angolo di ogni strada. In Italia poi, credo che ci si possa definire maestri nel camuffare situazioni e cose con terminologie che riescano a coprire i veri fini o comportamenti di questi o queste. Gli esempi potrebbero essere infiniti: dai più innoqui, come le innumerevoli definizioni attribuibili ai genitali maschili e femminili, oppure l’attività dello spazzino che viene definito “operatore ecologico”, al carceriere questurino ora definito operatore penitenziario, sino ai soldati in armi di tutto il mondo chiamati in alcuni casi opearatori di pace. Alla luce di quanto si legge oggi sulle cronache politiche e scandalistiche in Italia, ad esempio, alcune categorie che lavorano nel campo del turismo si trovano attualmente in forte imbarazzo nel poter definire il proprio ruolo di attività. Un esempio. Solo l’altro giorno sono entrato in...

Turismo a Lucca: Itinerari contemporanei

Scritto il by

MI è già capitato di scrivere un articolo, in verità ironico, sulla Lucca del futuro. Tuttavia devo oggi costatare seriamente che, per un incredibile mix di circostanze forse casuali, all’interno della cerchia di mura cittadine e più precisamente nella zona est al di là dei limiti “turistici dell’anfiteatro, Duomo, piazza San Michele e Chiesa di San Frediano, si sta attuando una incredibile modernizzazione delle attività culturali.  Negli ultimi anni sono nati infatti nuovi spazi di aggregazione, sopratutto per giovani, quali in ordine di tempo il restauro e l’utilizzo come aule di studio e di postazione per computers del chiostro dei serviti oggi detto Agorà, poi il parziale restauro del palazzo Guinigi dove si tiene annualmente la fantastica mostra del Lucca Digital photo Festival, il restauro completato del chostro di San Micheletto in via Elisa e l’utilizzo di questo sia come sede del centro studi ed esposizione per...

Vampiri in Toscana ? Aspettando la…new moon.

Scritto il by

Chi ha mai pensato ai vampiri in Toscana ? Va be che il carnevale da noi è sentito e che i travestimeti dei più pazzerelloni variano dal macabro al giocoso. Va bene che fra i comics di Lucca e Halloween a Borgo a Mozzano i canini aguzzi spuntano un pò a tutti, ma una storia su i più antichi vampiri del mondo non me la sarei mai e poi mai immaginata “nella terra dove il si suona” (Dante Alighieri). Volturi. Nome che a detta di mia figlia dodicenne fa venire i brividi di paura e di eccittazione al tempo stesso. I più antichi e temuti vampiri del mondo. Lo scenario da immaginare non è la lugubre e nebbiosa Transivania, patria del famoso conte Dracula, ma la languida e fascinosa Volterra. Il povero conte di fronte a un volturo se...

Una discriminazione europea nei confronti delle guide turistiche italiane

Scritto il by

Una discriminazione nei confronti delle guide turistiche Italiane Il 2 Aprile 2007 veniva varata dal governo della Repubblica Italiana la legge 40, meglio conosciuta come “legge Bersani”, nella quale si legiferava, fra le altre cose, anche in materia di accesso all’attività di guida turistica.Nella suddetta legge erano stabilite alcune norme che vincolavano le aspiranti guide turistiche italiane e le guide facenti parte della comunità europea ad alcuni aspetti normativi discussi ed approvati in parlamento ed in senato.L’associazione Guide Turistiche italiane ( associazione di categoria col maggior numero di iscritti presente sul territorio nazionale) è venuta a conoscenza del documento della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 10.09.2007, che invita esplicitamente regioni ed enti locali a disattendere “la legge Bersani”. Si invita infatti a non erogare sanzioni di alcun genere sia per il mancato possesso di autorizzazione abilitante, sia per...