LuccaLuccaLucca

Walking tour a Lucca

A spasso per la Lucchesia :
Con l’assistenza delle nostre guide ambientali proponiamo una serie di itinerari trekking ed anche facili escursioni a piedi, attraverso i paesaggi più suggestivi della nostra Provincia.


foto di Pasma su flickr

I dintorni di Lucca sono ricchi di bellezze naturali e valori culturali. Ragion per cui vale la pena di conoscerli. Vi aspettano tre diverse formazioni collinari con varietà di paesaggi e una flora diversificata. Lontano dal turismo di massa numerosi sentieri conducono all’interno della cultura vitivinicola, attraverso oliveti e castagneti per paesi medioevali adagiati in un panorama armonioso.

I seguenti itinerari sono adatti a persone di ogni età che amano passeggiare. Tuttavia comportano esigenze diverse per le caratteristiche del percorso (da leggero a mediamente impegnativo) e per ogni passeggiata è raccomandabile avere le calzature adatte.

 

Si possono trovare itinerari di ogni lunghezza e grado di impegno.

 

A passeggio tra i vigneti

 

Una passeggiata attraverso il variopinto e caratteristico paesaggio toscano, tra filari di viti e ulivi. L’itinerario inizia in località Fontananuova. Dopo un breve tratto su strada asfaltata si incrocia un bosco di latifoglie una caratteristica quercia secolare, vecchia di cinquecento anni. Secondo la leggenda proprio qui si incontravano le streghe per celebrare il sabba. Il sentiero prosegue per il pittoresco villaggio di San Martino. A partire di qui inizia il famoso territorio vinicolo di Montecarlo. Si alternano viti e uliveti. Da Montecarlo si gode uno splendido panorama sulla valle e sul Borgo, si possono visitare il teatro e la chiesa. Oltre a ciò è quasi doveroso un assaggio degli squisiti bianco e rosso di produzione locale.

Difficoltà: Facile con 200 Mt. di dislivello

Durata: mezza giornata

I Monti Pisani: sulle orme di Dante

 

Un sentiero solitario attraverso i Monti Pisani tra la tipica macchia mediterranea con uno sguardo alla Valle dell’Arno e a Pisa, città della Torre pendente.

Il primo tratto della passeggiata inizia su strada asfaltata che da Catro conduce mediante uno stretto sentiero, dapprima attraverso gli uliveti e di seguito tra una bassa vegetazione di flora mediterranea, fino a Caldaccoli. Raggiunto questo punto si ha una splendida vista sulla Valle dell’Arno fino a Pisa. Il sentiero prosegue in direzione di San Giuliano, vicino al tunnel diventa uno stretto stradello che raggiunge Passo Dante, dove con la medesima strada il famoso scrittore Dante Alighieri raggiungeva Pisa da Lucca. Da Passo Dante ci sono 2 possibilità per completare il tour:

1)       Si torna indietro verso Santa Maria del Giudice (ca. 5 Km., dislivello in discesa 300 Mt.)

2)       2) O, per escursionisti più allenati, che vogliono passeggiare più a lungo, il sentiero prosegue in direzione di Monte Castellare, fino ai resti della villa di Z.G. Bosniaski. La prima parte di questo percorso è molto stretta e in gran parte invasa dalla vegetazione, dopo però si raggiunge la villa su comodo sentiero. Da qui si discende attraverso una natura intatta e piante rare verso il paese di Asciano. Questa passeggiata è lunga circa 8 Km. e presenta un dislivello di 300 Mt.

Grado  di difficoltà: da facile a medio. Durata: mezza giornata, considerando che la seconda variante è un po’ più lunga ed esiste la possibilità di visitare nelle vicinanze una delle molte chiese romaniche del territorio.

 

Il paesaggio collinare sopra il Lago di Massaciuccoli

 

Una passeggiata con vista sul lago di Massaciuccoli e il mare, attraverso il ridente paesaggio toscano.

Il sentiero inizia direttamente sulle rive del lago e conduce ad un giardino con splendidi esemplari di limoni. Dopo una breve, ripida salita ci ritroviamo proprio nel mezzo dei resti archeologici delle terme romane e si ha già una prima impressione del panorama che salendo diviene sempre più inebriante. Il sentiero continua per bosco fino al Monte Aquilana e Compignano. Dopo aver lasciato il bosco ci ritroviamo in un piccolo sentiero tra gli ulivi. Vicino alla chiesa di San Frediano ci dirigiamo verso sud-ovest, aggirando il Monte Castellaggio e arrivando in breve a vedere prima Pisa poi Lucca. Arrivati di nuovo presso la chiesa ci dirigiamo verso il Monte Quieta, per non percorrere il medesimo tragitto dell’andata, si passeggia negli ultimi 800 Mt. su strada asfaltata.

Gradi di difficoltà: passeggiata facile con considerevole dislivello (400 Mt.)

Durata: mezza giornata

 

Una passeggiata al mare

 

Una breve ma bella passeggiata attraverso i boschi costieri fino alle dune naturali della spiaggia di Torre del Lago. Il bosco consiste in parte nella tipica vegetazione mediterranea, ma è rappresentata anche la flora continentale. La compresenza e la convivenza di queste piante che richiedono condizioni di vita diverse, ci fa comprendere come il paesaggio, tra il naturale movimento delle dune e le lame palustri, sia rimasto inalterato. Non appena si lascia il bosco ci ritroviamo sulle dune sabbiose ed infine sulla spiaggia.

Grado di difficoltà: passeggiata molto facile

Durata: mezza giornata, si può organizzare una giornata intera abbinando la visita alla Villa Puccini a Torre del Lago o una gita in barca sul lago di Massaciuccoli

 

Le Alpi Apuane: l’anello di Cardoso

 

L’escursione inizia nel paese di Cardoso. Subito fuori il paese si accede ad un ripido sentiero che conduce attraverso un bel bosco di latifoglie con un ricco sottobosco. Una volta quasi raggiunta la sommità ci ritroviamo improvvisamente in un tipico bosco mediterraneo sotto il Monte Penna fino a San Michele. Di qui una mulattiera ci conduce fino al paese di San Luigi. Da questo pascolo di prosegue in direzione nord del rilievo fino alla croce del Penna. Da qui si gode una buona vista sulla Valle del Serchio e sull’Appennino. Da questo punto panoramico il sentiero prosegue attraverso castagneti fino a ritornare a Cardoso.

Grado di difficoltà: da facile a medio con salita ripida ( nei primi 2 Km. Ci sono 300 Mt. di dislivello)

Durata: 4 ore scarse di cammino. Si raccomanda di dedicare l’intera giornata alla Valle del Serchio in modo da poter visitare la caratteristica città di Barga con il notevole Duomo romanico dal quale si gode un panorama stupendo sulla catena della Alpi Apuane e sull’Appennino.