Itinerari naturalistici a Firenze

Itinerari naturalistici nel verde delle colline del Chianti o a due passi dalla città di Firenze. A spasso intorno a Piazzale Michelangelo o lungo la via del cotto ad Impruneta.

Le storiche colline di Firenze, da Fiesole a Settignano

Fiesole
foto di Mary Hodder su flickr

Partendo da Fiesole, città etrusca e poi romana, ammirando il panorama più affascinante di Firenze, si ripercorre l’antica via degli scalpellini e si visitano le cave di pietra serena, materiale scelto per la Firenze rinascimentale.
Attraversando una campagna, testimone dell’armoniosa convivenza tra uomo e natura, si giunge al neogotico Castello di Vincigliata e, infine, al caratteristico borgo di Settignano.

Difficoltà: escursione facile d’interesse storico, artistico e paesaggistico.
Durata: mezza giornata.

Da piazzale Michelangelo ad Arcetri lungo le antiche mura

Torre del Gallo
foto di Belpo su flickr

Da piazzale Michelangelo una facile passeggiata per stradelle secondarie, affiancate dai tipici muri a secco, ci condurrà fino alla collina di Arcetri. Incontreremo la Chiesa romanica di San Miniato, il castello medioevale di Torre del Gallo, le tante coloniche e le ville dai bellissimi parchi, che nel tempo hanno ospitato personaggi illustri, fino ad arrivare al Forte di Belvedere. La quiete e gli scorci panoramici sulle colline di Firenze e su antichi borghi ci faranno sentire immersi nella più tipica campagna toscana, pur essendo a soli due passi dal centro della città di Firenze.

Difficoltà: escursione molto facile di interesse storico, artistico e paesaggistico.
Durata: mezza giornata.

Nel Chianti di castello in castello


foto di Rogilde su flickr

Gli etruschi, i romani, i cavalieri medievali, gli eserciti alleati passarono di qui. Noi seguiremo le loro tracce toccando insediamenti trasformati nel corso della storia come il castello delle Convertoie e il castello di Uzzano, luogo natio di Niccolò, antagonista di Cosimo de’ Medici. Oggi il castello di Uzzano è divenuto fattoria di produzione di un celebre vino Chianti.

Difficoltà: escursione facile di interesse paesaggistico, storico ed enogastronomico.
Durata: mezza giornata.

La via del cotto, da Impruneta a Falciani

Da Piazza Buondelmonti a Impruneta, località famosa nel mondo per la produzione di pregiate terrecotte, attraverso un bosco misto a pineta, caratteristico delle colline a sud – ovest di Firenze, si scende alla località dei Falciani per strade lungo le quali si godono bellissimi panorami. Al termine del cammino, sarà visitato un tipico laboratorio artigianale dove si potrà assistere alla produzione di terrecotte artistiche.

Difficoltà: escursione facile di interesse paesaggistico e culturale.
Durata: mezza giornata.

I Medici ed il Mugello

Dall’abitato di San Piero a Sieve si raggiunge la Fortezza di San Martino – posta a difesa del valico che conduceva a Firenze – e si prosegue lungo le colline, fino ad arrivare alla medicea villa del Trebbio. L’itinerario continua tra boschi e campi fino ad una suggestiva pieve da dove, con un solo sguardo, sarà possibile abbracciare tutta la valle del Mugello e godere di uno stupendo paesaggio.

Difficoltà: escursione facile di interesse storico, naturalistico e paesaggistico.
Durata: intera giornata.

Il Chianti e l’anello di Greve – Verrazzano

Uno dei più interessanti itinerari nel cuore del Chianti fiorentino. Grazie ad una sosta nella splendida struttura del Castello di Verrazzano, casa natale del celebre navigatore, si potranno degustare degli ottimi prodotti locali. L’itinerario prevede anche la visita al caratteristico borgo di Montefioralle, che conserva intatta la sua struttura medievale, ed alla pieve romanica di San Cresci.

Difficoltà: escursione facile di interesse paesaggistico, artistico ed eno-gastronomico.
Durata: intera giornata.