Turislucca

Palazzo Mansi - Alcova

L’arte del gusto il gusto nell’arte: Lucca fra cibo, storia ed arte – parte 4

Scritto il by

Parliamo ora di un luogo dove si preparavano cibi sofisticati per pochi. Il palazzo dei Signori. Palazzo Mansi racchiude in se due aspetti. Un esempio emblematico di tante dimore gentilizie lucchesi e, al contempo,essere museo nazionale dove si conservano, fra le molte altre, anche immagini dipinte dei prodotti coltivati o che il territorio offriva ed offre tutt’oggi, insieme alle usanze e attività commerciali ad essi legate. Il palazzo si trova in via Galli Tassi 43. All’esterno dell’edificio, il sobrio intonaco chiaro e le anonime finestre con persiane, non mostrano in alcun modo, ne il fasto tutto barocco delle sue sale interne, ne i preziosi manufatti che vi sono conservati. E’ una riservatezza tutta lucchese; una sobrietà apparente che si dilegua man mano che il visitatore penetra al suo interno, una dopo l’altre, i piani e le stanze. Ma procediamo...

Intervista a Gabriele

Passeggiando per le strade… promuovendo il territorio

Scritto il by

Le elezioni amministrative sono alle porte e, come d’incanto, chi a Lucca opera in un modo o nell’altro nel turismo sente fischiare le orecchie. Nel giro di pochi giorni il sottoscritto, in modesta rappresentanza di Turislucca, è stato chiamato a dire la sua sul turismo a Lucca. Non mi sono certo tirato indietro poiché le occasioni di dire come stanno le cose a livello istituzionale e di farsi nel contempo un poco di sana e onesta promozione non sono molte purtroppo. La promozione turistica, come noto, oggi come oggi, è self made. Ed eccomi lì catapultato nella casermetta delle mura di Lucca detta del boia, io piccola guida di provincia, al tavolo a fianco di una super manager come Evelina Christillin direttore ENIT, direttore del museo egizio di Torino e prima donna delegata come membro Fifa e chissà quanti...

Interno Cattedrale San Martino

L’arte del gusto il gusto nell’arte: Lucca fra cibo, storia ed arte – parte 2

Scritto il by

Entrando all'interno della cattedrale voltiamo pagina un altra volta. La chiesa, così come i suoi arredi, sono il risultato di quasi cinquecento anni di ampliamenti, modifiche, restauri. Altari, sculture, dipinti, tarsie, affreschi,suppellettili, organi, sono stati aggiunti e tolti, modificati o si sono stratificati nel corso di tutti quei secoli che segnarono la storia dell'edificio e le vicende lucchesi ad esso legate... Leggi tutto

Palazzo mansi, salotti con arazzi

Palazzo Mansi a Lucca

Scritto il by

Un visitatore attento e curioso, impegnato a girare per Lucca, si chiederà che cosa ci sarà mai dietro le porte dei palazzi, quali segreti o ricchezze custodivano i lucchesi dietro alle grandi inferriate alle finestre? Le risposte sono molteplici e non è possibile elencarle in un semplice post, quello che possiamo fare è provare a suggerire un inizio, un punto di partenza che possa portare alla conoscenza e all’approfondimento della storia di Lucca. Perché questa piccola città toscana ha una bella storia da raccontare, una storia che non si trova nei grandi libri che trattano di battaglie sanguinose o di eroici condottieri. La storia di Lucca è quella di una laboriosa città di mercanti che per secoli ha diffuso i propri tessuti pregiati in tutti i principali mercati europei. Una città che ha ben presto abbandonato la rischiosa via...

Esterno duomo

L’arte del gusto il gusto nell’arte: Lucca fra cibo, storia ed arte – parte 1

Scritto il by

Secondo una recente inchiesta apparsa su Ansa, notizie online, una persona su tre immortala con uno scatto fotografico il piatto con il cibo che di lì a poco ingerirà spostandolo irrimediabilmente dalla sfera sensoriale della vista a quella più personale ed intima delle papille e del gusto. Credo che, in estrema sintesi, questo fatto spieghi le ragioni di un itinerario che si ripropone ai nostri giorni attuale come non mai. Un itinerario tutto lucchese calato nel microcosmo culturale e gastronomico di una delle tante città italiane che compongono la tavolozza multicolore e multi sapore di questa Italia dalle mille facce. Si possono così mettere a confronto elementi iconografici legati al cibo che nel tempo, sapientemente elaborati, sono stati usati a volte come strumenti mediatici per educare le masse e a volte hanno invece dilettato i ricchi lucchesi di questa...

Lucca comics and games 2016

A Lucca nei giorni dei Comics

Scritto il by

Quelli che ho riconosciuto: Doraemon I soldatini Cappuccetto rosso La strega di Biancaneve Biancaneve Lupin, Margot e Jigen Pippi calzelunghe Asterix e Obelix Tutti gli altri non so chi siano. Ogni anno è così, passeggio per le strade della mia città in occasione dei Comics, come li chiamiamo noi lucchesi abbreviando il più lungo “Lucca comics and games”, e cerco tra la folla qualche maschera amica, per non sentirmi troppo vecchia. Sono vecchia. Non ne conosco molti, riesco a ricollegare al mondo Japan le ragazze con le codine e i capelli colorati ma dei nuovi supereroi non so niente. Però mi piacciono tantissimo, mi piace vederli tutti mascherati. Il carnevale non c’entra niente. Questa è un’altra storia. C’è chi il costume se lo è comprato ma c’è chi se lo è costruito durante l’anno per poi partecipare alle gare...

thumb

Come? Ovvero, percezioni personali sul turismo in Toscana

Scritto il by

Proprio ieri è uscito on line un articolo che fa riferimento alla presentazione dei dati sul turismo 2015 in Toscana. Grazie al seminario che si è tenuto in questi giorni a Firenze sono stati rese note anche le linee guida che la regione Toscana intende seguire per il rilancio di questo importante settore economico che sta diventando strategico per molte città d'arte e per i molti territori ricchi di attrattive turistiche... Leggi tutto

Lucca - facciate San Michele

Il “cambio della pelle” di una città antica

Scritto il by

A proposito di antiche foto che testimoniano i cambiamenti avvenuti in una “anziana” città come Lucca, mi preme mostrare a coloro che, bontà loro, mi leggono, due foto messe in parallelo: una antica e l’altra contemporanea. Grazie alle immagini emergono con grande evidenza come alcune facciate abbiano cambiato “pelle” sia nella forma che nei colori. Sono note, anche se parzialmente, alcune notizie tratte dai testi di storia locale che indicano come alcuni dei palazzi dei nobili mercanti del ‘500 fossero stati decorati con facciate ad affresco o con intonaci colorati. In Piazza san Michele, l’antico foro cittadino e piazza del mercato da sempre, accanto al Palazzo Pretorio, esiste un istituto bancario così come esisteva nei primi del novecento. In una delle foto che qui propongo (foto in alto) si può vedere come il prospetto dell’edificio fosse stato totalmente affrescato....

Piazza XX settembre

Antiche fotografie lucchesi

Scritto il by

Ogni giorno, nella bella stagione, da ormai tanti anni, accompagno gruppi di turisti e piccole famiglie in visita al centro storico di Lucca. Credo che i miei commenti e ciò che racconto, quasi come un vecchio cantastorie, siano utili all'apprezzamento di ciò che illustro. Tuttavia è la città antica con le sue strade strette e i suoi muri che mostrano le varie stratificazioni succedutesi nei secoli che più sorprendono il visitatore attento. Colgono i tratti di una città che sembra immutata nel tempo. È qui che la conoscenza di uno studioso o di una guida locale può invece cogliere grazie ai segni lasciati dal tempo sui muri o grazie alle testimonianze iconografiche di alcuni rari documenti come la città, anche in tempi relativamente più recenti, abbia cambiato "pelle". A conferma di ciò vorrei mostrare alcune fotografie che provengono...