Turislucca

Firenze - Ponte Vecchio

Fotografando: Firenze sull’Arno presso Ponte Vecchio

Scritto il by

In questa foto vi sono tre elementi diversi con qualcosa in comune: il palazzo degli Uffizi, il Ponte Vecchio, il circolo canottieri Firenze. L’elemento in comune. I passaggi nascosti o segreti che li mettono in comunicazione. Sotto gli Uffizi, infatti, dove ora c’è il circolo si estende una rete di corridoi e vani che si collegano o si collegavano col palazzo sovrastante. Dal palazzo si snoda sopra il Ponte il famoso corridoio Vasariano che permetteva ai principi di raggiungere Palazzo Pitti senza essere visti dal chiassoso e maleodorante popolino che affollava il mercato del pesce che si trovava sul Ponte. Luoghi famosi e ben visibili ma… difficilmente accessibili.

Nick Cave

Nick Cave & the Bad Seeds al Lucca Summer Festival

Scritto il by

Sono due giorni che proviamo a riflettere sul concerto di Nick Cave & the Bad Seeds a Lucca. Due giorni di pensieri sulla musica, sul blues, sul diavolo, sulla disperazione, sulla ricerca di conforto e sollievo. Due giorni e ancora non ci abbiamo capito molto, il treno è passato potente e ci ha travolto in corsa. Nick Cave è un caposcuola, un maestro, un guru, uno sciamano, un cacciatore di vampiri. Nick Cave è andato in giro con il diavolo e il diavolo gli ha strappato suo figlio quindicenne. Questa è una drammatica realtà, la più plausibile per tentare di capire quello che accade sul palco di questo tour. Mai come oggi la vita e la disperazione suonate da Nick Cave & The Bad Seeds hanno una tale forza mistica e rabbia sonora da lasciare storditi. Pieni e vuoti...

Locandina Andante... con brio

Un nuovo itinerario alla scoperta della musica a Lucca: Andante… ma con brio

Scritto il by

Cos’ hanno in comune Mick Jagger e Niccolò Paganini? Si, a parte la chioma fluente e la fama di “maudit” (“Paganini era una specie di rockstar d’altri tempi,(…) lui riprendeva melodie popolari e applicava delle variazioni, io faccio crossover” dice il violinista David Garret in un’intervista a cinematografo.it). Cos’hanno in comune. Ad esempio una città, Lucca, che Paganini frequentò, giovane e innamorato e Jagger … non più giovanissimo, per un memorabile concerto in cui si è scusato per non avere Puccini in scaletta. Nonostante gli autorevoli natali del Grande Puccini, Lucca, riservata com’è, non ostenta, nemmeno a musica che invece risuona ogni giorno nelle aule dell’Istituto musicale, in teatri, locali, chiese. E del resto chi potrebbe immaginare che dentro le poderose e severe mura si suonasse ogni giorno tantissima musica da tempo immemorabile? Basta dare un’occhiata sui calendari di...

mappa ADSI Lucca

Giardini e cortili a Lucca

Scritto il by

Ci si affaccia dalla Torre Guinigi e appaiono alla vista una quantità di giardinetti, cortili, orti, spazi verdi tra i tetti rossi della città. Poi, quando si scendono gli scalini e si torna a passeggiare tra le strade del centro storico di Lucca, tra i palazzi e le chiese di marmo, sembra che questi spazi verdi siano improvvisamente spariti. Per ritrovarli bisogna aspettare la primavera quando glicini e viti americane, camelie e altri cespugli fioriti non resistono più e si affacciano impunemente da cancelli e balconate. Riappaiono qua e là profumate fioriture di glicini viola e bianchi a corona di balconi e terrazze. Alcuni famosi, come quello del Palazzo Micheletti, in piazza Antelminelli che trabocca generoso dal muro di cinta del giardino del palazzo. O quello bianco del palazzo di piazza san Giovanni che, nonostante i lavori di restauro...

Turislucca Top 5 logo

Visite guidate per gruppi, la nostra top 5

Scritto il by

Vogliamo fare una classifica anche noi! Ecco i cinque tour che i nostri gruppi amano in particolar modo. Tre classici, uno sfizioso e una sorpresa. Città di Lucca Al primo posto c’è il tour della Città di Lucca. Sarà perchè siamo di Lucca? Sarà perchè Lucca è bella, perchè un giro in bicicletta delle mura è irripetibile, perchè un aperitivo in piazza anfiteatro è irrinunciabile, perchè perdersi per le sue strade è un’esperienza impagabile! Chi non c’è stato ci vuole andare, chi c’è già stato ci vuole tornare, ma la città non è mai la stessa, c’è sempre una sorpresa: un angolo che non si era notato, una chiesa che non si era visitata, un vicolo che non si era percorso, un museo che non si era considerato, un locale che ha aperto ieri, un ristorante di nuova generazione…...

Le Mura di Lucca

Pasquetta a Lucca: i consigli delle nostre guide turistiche

Scritto il by

“Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi” …e il giorno di pasquetta? Il lunedì dell’angelo è d’obbligo la gita fuori porta. Ecco i consigli delle guide di turislucca! In questi primi giorni veramente primaverili spopolano le proposte in campagna e in città, ma sempre nel verde. E’ di rigore la merenda al sacco. Gabriele Calabrese suggerisce di fare… un pigro giro di mura, se c’è il sole. “Stamani” dice “ho percorso il tratto dei liriodendri. Per la prima volta in questa stagione ho visto spuntare dai rami le prime gemme fresche e verdi. Mi hanno messo allegria. Magari la passeggiata sulle Mura di Lucca è un classico, ma proprio per questo è il miglior posto dove ritrovarsi il giorno di Pasquetta. Non si può fare un vero e proprio pic nic, ma nessuno vieta di portarsi dietro...

Maria Luisa

A Lucca con Maria Luisa di Borbone

Scritto il by

Il ritratto più bello di Maria Luisa di Borbone nata infanta di Spagna, regina d’Etruria e duchessa regnante di Lucca che mi è capitato è quello che ne fa Mario Tobino nella raccolta di racconti “Sulla spiaggia e al di là del molo”. Non so se è il più bello ma, a memoria, della Borbone si sono sempre sottolineati gli aspetti “conservatori”: bacchettona, assolutista e reazionaria. Tutta casa (palazzo Ducale) e chiesa. Ma fu lei che portò a compimento molti dei progetti e delle intuizioni della sua predecessora, Elisa. Con spirito illuminato, sebbene restauratrice. Se vi sembra facile. Le scuole per giovani e fanciulle, il giardino Botanico, le strade, l’acquedotto venne particolarmente bene e non ce ne vogliano i viareggini, la bonifica della marina e l’inizio della storia della Versilia moderna. Mi piace che Mario Tobino si sia preso...

Turislucca Top 5 logo

Top 5 di primavera: itinerari individuali a Lucca e Pisa

Scritto il by

Con la primavera inizia una nuova stagione di tour e visite guidate. In attesa del nostro nuovo itinerario che sveleremo nei prossimi giorni, ecco la nostra top 5 di stagione, le cinque visite più gettonate di primavera. Classici e novità, in cinque titoli si riassumono bene le attività che possiamo fare insieme nella bella stagione. Un po’ di tutto e un po’ per tutti: Lucca in bicicletta
 Al primo posto, la più gettonata in assoluto ed evergreen è la visita di 
Lucca in bicicletta. 
Un calssico, perchè l’aria fresca in faccia fa molto “primavera”, perchè si possono percorrere interi tratti delle Mura al fresco, sotto le chiome di paltani, ippocastani, lecci, perchè l’ingresso in piazza Anfiteatro di uno sciame di biciclete fa allegria, perchè i lucchesi fanno così… si spostano prioritariamente con questo mezzo sulle Mura rinascimentali per un...

Visita Guidata con figuranti

Lucca, la principessa Elisa Bonaparte, il profumo dei fiori e della vita in TV

Scritto il by

Cosa avrebbe detto la giovane Elisa Bonaparte, Principessa di Lucca, Massa e Piombino, sorella minore del famoso Napoleone, se avesse saputo che a Lucca, dopo circa due secoli, si sarebbe parlato di lei in TV? E grazie a cosa? Alle campagne militari? Alle riforme economiche o sociali arrivate coi cannoni sulla scia della rivoluzione francese? No, miei cari signore e signori. Il tema è assai più leggero, anzi, oserei dire “fragrante”. Se ciò è avvenuto lo si deve alle piante e ai fiori introdotti a Lucca e poi in Toscana dalla rivoluzionaria e geniale volontà di questa giovane e potente donna moderna. Proprio giovedì scorso, 21 febbraio, si è parlato vivacemente davanti ad una telecamera di tutto questo nelle sale di quello che fu il teatrino di corte nel Palazzo Ducale di Lucca. La TV toscana Canale 50 e...

Gabriele Calabrese

Jon Haggins – GlobeTrotter a Lucca con Gabriele Calabrese pt. 2

Scritto il by

Parte 2: In questa puntata la passeggiata lucchese di Jon Haggins mostra Palazzo Mansi come esempio tangibile della opulenza e del potere lucchese. Di seguito alcuni luoghi simbolo della città come le mura ed alcuni fra più bei giardini storici della città. Il verde come elemento che unisce il centro storico all’antico “territorio delle sei miglia”. Borgo a Mozzano, Celle dei Puccini e una fattoria di Montecarlo con le più tipiche ricette locali sono la riprova tuttora tangibile delle eccellenze storico paesaggistiche di quello che fu l’antico stato della Repubblica di Lucca.