Turislucca

Turislucca Top 5 logo

Visite guidate per gruppi, la nostra top 5

Scritto il by

Vogliamo fare una classifica anche noi! Ecco i cinque tour che i nostri gruppi amano in particolar modo. Tre classici, uno sfizioso e una sorpresa. Città di Lucca Al primo posto c’è il tour della Città di Lucca. Sarà perchè siamo di Lucca? Sarà perchè Lucca è bella, perchè un giro in bicicletta delle mura è irripetibile, perchè un aperitivo in piazza anfiteatro è irrinunciabile, perchè perdersi per le sue strade è un’esperienza impagabile! Chi non c’è stato ci vuole andare, chi c’è già stato ci vuole tornare, ma la città non è mai la stessa, c’è sempre una sorpresa: un angolo che non si era notato, una chiesa che non si era visitata, un vicolo che non si era percorso, un museo che non si era considerato, un locale che ha aperto ieri, un ristorante di nuova generazione…...

Le Mura di Lucca

Pasquetta a Lucca: i consigli delle nostre guide turistiche

Scritto il by

“Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi” …e il giorno di pasquetta? Il lunedì dell’angelo è d’obbligo la gita fuori porta. Ecco i consigli delle guide di turislucca! In questi primi giorni veramente primaverili spopolano le proposte in campagna e in città, ma sempre nel verde. E’ di rigore la merenda al sacco. Gabriele Calabrese suggerisce di fare… un pigro giro di mura, se c’è il sole. “Stamani” dice “ho percorso il tratto dei liriodendri. Per la prima volta in questa stagione ho visto spuntare dai rami le prime gemme fresche e verdi. Mi hanno messo allegria. Magari la passeggiata sulle Mura di Lucca è un classico, ma proprio per questo è il miglior posto dove ritrovarsi il giorno di Pasquetta. Non si può fare un vero e proprio pic nic, ma nessuno vieta di portarsi dietro...

Maria Luisa

A Lucca con Maria Luisa di Borbone

Scritto il by

Il ritratto più bello di Maria Luisa di Borbone nata infanta di Spagna, regina d’Etruria e duchessa regnante di Lucca che mi è capitato è quello che ne fa Mario Tobino nella raccolta di racconti “Sulla spiaggia e al di là del molo”. Non so se è il più bello ma, a memoria, della Borbone si sono sempre sottolineati gli aspetti “conservatori”: bacchettona, assolutista e reazionaria. Tutta casa (palazzo Ducale) e chiesa. Ma fu lei che portò a compimento molti dei progetti e delle intuizioni della sua predecessora, Elisa. Con spirito illuminato, sebbene restauratrice. Se vi sembra facile. Le scuole per giovani e fanciulle, il giardino Botanico, le strade, l’acquedotto venne particolarmente bene e non ce ne vogliano i viareggini, la bonifica della marina e l’inizio della storia della Versilia moderna. Mi piace che Mario Tobino si sia preso...

Turislucca Top 5 logo

Top 5 di primavera: itinerari individuali a Lucca e Pisa

Scritto il by

Con la primavera inizia una nuova stagione di tour e visite guidate. In attesa del nostro nuovo itinerario che sveleremo nei prossimi giorni, ecco la nostra top 5 di stagione, le cinque visite più gettonate di primavera. Classici e novità, in cinque titoli si riassumono bene le attività che possiamo fare insieme nella bella stagione. Un po’ di tutto e un po’ per tutti: Lucca in bicicletta
 Al primo posto, la più gettonata in assoluto ed evergreen è la visita di 
Lucca in bicicletta. 
Un calssico, perchè l’aria fresca in faccia fa molto “primavera”, perchè si possono percorrere interi tratti delle Mura al fresco, sotto le chiome di paltani, ippocastani, lecci, perchè l’ingresso in piazza Anfiteatro di uno sciame di biciclete fa allegria, perchè i lucchesi fanno così… si spostano prioritariamente con questo mezzo sulle Mura rinascimentali per un...

Visita Guidata con figuranti

Lucca, la principessa Elisa Bonaparte, il profumo dei fiori e della vita in TV

Scritto il by

Cosa avrebbe detto la giovane Elisa Bonaparte, Principessa di Lucca, Massa e Piombino, sorella minore del famoso Napoleone, se avesse saputo che a Lucca, dopo circa due secoli, si sarebbe parlato di lei in TV? E grazie a cosa? Alle campagne militari? Alle riforme economiche o sociali arrivate coi cannoni sulla scia della rivoluzione francese? No, miei cari signore e signori. Il tema è assai più leggero, anzi, oserei dire “fragrante”. Se ciò è avvenuto lo si deve alle piante e ai fiori introdotti a Lucca e poi in Toscana dalla rivoluzionaria e geniale volontà di questa giovane e potente donna moderna. Proprio giovedì scorso, 21 febbraio, si è parlato vivacemente davanti ad una telecamera di tutto questo nelle sale di quello che fu il teatrino di corte nel Palazzo Ducale di Lucca. La TV toscana Canale 50 e...

Gabriele Calabrese

Jon Haggins – GlobeTrotter a Lucca con Gabriele Calabrese pt. 2

Scritto il by

Parte 2: In questa puntata la passeggiata lucchese di Jon Haggins mostra Palazzo Mansi come esempio tangibile della opulenza e del potere lucchese. Di seguito alcuni luoghi simbolo della città come le mura ed alcuni fra più bei giardini storici della città. Il verde come elemento che unisce il centro storico all’antico “territorio delle sei miglia”. Borgo a Mozzano, Celle dei Puccini e una fattoria di Montecarlo con le più tipiche ricette locali sono la riprova tuttora tangibile delle eccellenze storico paesaggistiche di quello che fu l’antico stato della Repubblica di Lucca.

Gabriele intervistato da Jon Haggins

Jon Haggins – GlobeTrotter a Lucca con Gabriele Calabrese

Scritto il by

Parte 1 – Puccini, i più famosi compositori lucchesi, luoghi della musica e dello spettacolo a Lucca sono il fil rouge di questa prima parte del documentario di Jon Haggins. Gabriele è la guida che, passeggiando e intrattenendo piacevolmente gli ospiti anche con qualche aneddoto, srotola questo lungo filo che si lega indissolubilmente con “armonia” alla storia di Lucca.

Backstage di Cake Star con Damiano Carrara 2

“Cake star” arriva a Lucca con Damiano Carrara

Scritto il by

Ci sono lucchesi nel mondo ch hanno fatto i figurinai, i banchieri, gli attori, in cantanti, gli scrittori. E poi c’è Damiano Carrara, giovane bello e pasticcere. Damiano è nato a Lucca nel 1985. Entra in campo o meglio in cucina come bartender. Si trasferisce in Irlanda, poi in California e in un batter d’occhio apre “Carrara Pastries” con il fratello Massimiliano. 
Un successo. Sarà perchè è anche piuttosto bello e ha un sorriso luminoso e un carattere solare, lo chiamano a Food Network come concorrente di Spring Baking Championship, ma è praticamente un provino. L’anno successivo è il giudice di Halloween Baking Championship, di Spring Baking Championship e, nel 2017 di Bake Off Italia. Per non lasciare niente di intentato scrive anche un paio di libri di cucina, sempre in coppia con l’ormai inseparabile fratello. “Un viaggio nei...

Guardiabuoi sotto le Mura urbane

Gli spalti delle Mura di Lucca: la nuova “area umida”

Scritto il by

Pubblichiamo questo post dedicato agli spalti delle Mura di Lucca in occasione della “Giornata Internazionale delle zone umide” – Word Wetlands Day Indovina chi viene a colazione Il primo è stato Giorgino, un’anatra muta (Cairina moschata) che, probabilmente non per sua volontà, dal nativo Paraguay si è ritrovato a sguazzare in via dei Fossi. Adottato dagli abitanti, si era sistemato in una casetta alla salita del baluardo san Regolo a due passi dall’Orto Botanico di Lucca. Poi, un paio di anni fa, forse tre, è arrivata la prima coppia. I due avevano fatto un grande nido sui rami fitti degli olmi del baluardo san Regolo nei pressi della sortita della Rosa. Dire arrivata, in verità, è improprio. La coppia aveva pensato bene di fermarsi sulla strada verso l’Africa. Il clima cambia. Ecco qua. Chi glielo fa fare di andare...

Mappa antica

Ti porto all’orto. Gli orti urbani di Lucca. Una storia antica a chilometri… sotto zero

Scritto il by

Alcuni anni fa scrissi un testo di fantasia pensando a cosa i nostri anni avrebbero lasciato in eredità a Lucca e ai miei colleghi futuri, le guide degli anni tremila. Fantasticando, pensai all’uso di una mia personalissima macchina del tempo grazie alla quale potevo vedere un collega illustrare l’attuale periferia lucchese e le rovine dei numerosi supermercati multi marca – Esselunga, Coop, Lidl, Carrefour, Dolif , Pam, ecc.- che attualmente “stringono d’assedio” la periferia ed in alcuni casi sono già penetrati con piccoli punti vendita nel centro storico. Che eredità lasceremo? Credo un’eredità pesante di un epoca che si è quasi adagiata comodamente sul consumo di massa. Altro che anfiteatri, mura e arte romanica! In quei luoghi – i “non luoghi” come li definisce l’antropologo Marc Augé – , si svolge il rito quotidiano, impersonale, ripetitivo e ben organizzato...